Get Adobe Flash player

Catalogo costumi

Antichità
Catalogo - Antichità
Preistoria, mitologia e divinità. antichi greci, romani ed egizi, civiltà ebraica e molto altro.

 

Rinascimento
Catalogo - Rinascimento
1300-1400: dal Medioevo, attraverso numerose trasformazioni e guerre, si arriva al Rinascimento, con la diffusione della cultura che divenne un punto d'incontro tra aristocrazia e la borghesia. Il popolo rimase circoscritto ai suoi limiti di lavoro. La moda sottolineò l'evoluzione dell'umanità, traducendo nel lusso dell'abbigliamento, nel fasto dell'arredamento, il gusto per il bello. In Italia scomparvero i comuni e al loro posto comparvero le signorie.

 

1500/1600
Catalogo - 1500/1600
FINE DEL RINASCIMENTO, BAROCCO E ROCOCO': dall'America appena scoperta da Cristoforo Colombo non venivano solo importanti nuovi generi alimentari e "veleni" come il tabacco e la cola, ma anche novità di cui la moda si impadronì. Oro e argento, piume di uccelli esotici, usati per ornare cappelli, vestiti e ventagli; ed ancora lapislazzuli e giade, perle e madreperla.

 

1700
Catalogo - 1700
FRANCESE, VENEZIANO, RE SOLE: già alla fine del Seicento era sorta, a Roma, l'Arcadia, con un preciso programma di reazione alle esagerazioni del secolo, in nome di un ideale di classicismo. Con la conclusione del regno di Luigi XIV, l'abbigliamento perse molto della sua pomposità e cercò la semplicità, facendo scomparire quella bardatura eccessiva che invece d'ingentilire le forme, le appesantiva rendendole non eleganti, ma solo eccentriche.

 

1800
Catalogo - 1800
ROMANTICISMO STILE IMPERO E L'UNITA' D'ITALIA: IL RITORNO DEI GRANDI STILI. In seguito al nuovo assetto della società che vide il definitivo declino della nobiltà e l'affermarsi della borghesia come classe dirigente, anche il costume mutò, abolendo lo sfarzo delle corti e adottando un abbigliamento più semplice e pratico, adatto alla nuova società di imprenditori, mercanti, intellettuali e scienziati. Solo Napoleone , con il desiderio di incrementare l'industria francese, impose a corte uno sfarzo simile a quello del Re Sole. Intanto, già dalla fine del XVIII secolo, con la nascita dell'industria tessile, i tessuti vengono prodotti a macchina; viene incrementata la produzione del lino, della mussola, del tulle, della batista e dei merletti. Infine, dall'Egitto viene importata una nuova moda che divampò come una fiamma: quella dello scialle.

 

Primi '900
Catalogo - Primi '900
Il passaggio tra l'800 e i primi anni del XIX secolo - Anni '20-'30 Europei, Charleston, il primo dopoguerra,i primi uomini d'affari. Il Novecento nacque in mezzo ai fiori sparsi un po' dappertutto, nell'abbigliamento, nell'arredamento e nell'architettura. La donna si avvolse nei boa di piume e i ricami di perline imperavano.

 

Anni '40 e '50
Catalogo - Anni '40 e '50
Il crollo di Wall Street si ripercosse in tutto il mondo come una valanga rovinosa. Le donne vi reagirono con ottimismo: dopo anni di abiti lineari, spogli e freddi come i mobili Novecento, provarono all'improvviso nostalgia di tutto ciò che era stato loro appannaggio: profumi, colori, novità. Di moda anche lo stampato, a pois e a fiori. Le donne appresero dalle donne di Hollywood a creare un "tipo". A seguire, gli anni della seconda guerra mondiale. Gli uomini politici tentarono, spesso invano, di lanciare una moda. A guerra finita,esplose il "New Look" (Christian Dior) che corse per il mondo come messaggio di rinnovamento, suscitando stupore, scandalo ed interesse.

 

Anni '60, ''70 e '80
Catalogo - Anni '60,  ''70 e '80
Questi anni lanciano la moda folk, con i cotoni trapunti e policromi, mentre il casual, imposto dalla strada come stile di protesta, diventa sofisticato. Intanto, nell'italian style, si impongono la giacca maschile destrutturata (1974) e l’applicazione dei codici di moda maschile alla donna, nel 1975. Anche a Parigi, negli stessi decenni, il prêt-à-porter prende corpo; viene vestita la donna "spaziale", abiti dipinti a mano grandi come tele, nostalgiche divine, dive da fumetto. La moda folk viene sovvertita mescolando etnie di un mondo globalizzato, mentre si celebrano metropolitane eleganze. Le ultime tendenze sono il diffondere di quel fenomeno culturale noto come vintage, termine inglese derivato dal linguaggio enologico che significa "annata", "produzione" e, per estensione, passato nella moda a indicare l’usato "d’autore".

 

Extra
Catalogo - Extra
Questa categoria comprende tutto ciò che non hai trovato nelle precedenti. Buon divertimento!!

 

 

QUESTO SITO UTILIZZA COOKIES TECNICI ANCHE DI TERZE PARTI PER UNA CORRETTA FRUIZIONE DEI CONTENUTI.

Usando il sito o cliccando sul tasto sottostante si accetta di utilizzare i cookies. Per maggiori informazioni.