ROMANTICISMO STILE IMPERO E L'UNITA' D'ITALIA: IL RITORNO DEI GRANDI STILI. In seguito al nuovo assetto della società che vide il definitivo declino della nobiltà e l'affermarsi della borghesia come classe dirigente, anche il costume mutò, abolendo lo sfarzo delle corti e adottando un abbigliamento più semplice e pratico, adatto alla nuova società di imprenditori, mercanti, intellettuali e scienziati. Solo Napoleone , con il desiderio di incrementare l'industria francese, impose a corte uno sfarzo simile a quello del Re Sole. Intanto, già dalla fine del XVIII secolo, con la nascita dell'industria tessile, i tessuti vengono prodotti a macchina; viene incrementata la produzione del lino, della mussola, del tulle, della batista e dei merletti. Infine, dall'Egitto viene importata una nuova moda che divampò come una fiamma: quella dello scialle.